Una gita molto bagnata

 

Il giorno 9 Aprile 2018, i ragazzi delle classi quarte (A-B-C) e delle terze (A-B) sono partiti per raggiungere la destinazione  della loro uscita didattica. Il programma del giorno era  trascorrere la mattinata presso la caserma dei Carabinieri a Cavallo di Tor di Quinto  per assistere al carosello dei cavalli  e al loro allenamento quotidiano e nel pomeriggio visitare il centro di Roma.

Ma i programmi non sempre possono essere realizzati e a volte sono fatti per essere stravolti. Vera protagonista della nostra uscita è stata la pioggia che, insieme al vento, ci ha accompagnato per tutta la giornata e non ci ha abbandonato un momento.

Arrivati a destinazione,  ci hanno comunicato che non sarebbe stato possibile assistere al carosello perché i cavalli non vengono fatti uscire all’aperto quando piove.

Nonostante gli imprevisti,  e grazie alla disponibilità del nostro accompagnatore,  riusciamo  a visitare le stalle e ad assistere agli allenamenti dei cavalli all’interno dei box di allenamento.

Il nostro accompagnatore ci racconta dei cavalli, fornendo ai bambini tante informazioni  e catturando la loro attenzione. Bagnati, ma contenti, ascoltiamo tutti con interesse e facciamo domande.

Intanto fuori piove….

Ci accompagnano poi in un altro box di allenamento e ci fanno salire sui cavalli che avevamo visto allenarsi… un’altra bella sorpresa che ripaga i bambini dei disagi di questa giornata piovosa.! Salutiamo e ringraziamo i carabinieri che ci hanno guidato  in questa avventura e torniamo ai pullman per raggiungere il centro di Roma.

Riusciamo a salire sul bus turistico e siamo completamente “zuppi”, la pioggia non scende più solo dal cielo, ma viene da tutte le parti: sopra, sotto, destra e sinistra! Il vento ha rotto molti dei nostri ombrelli ma ormai servono a poco. Il Pullman aperto, è stato sostituito con uno completamente chiuso. Per oggi  il sole che riscalda il viso e il vento che scompiglia i capelli, mentre guardiamo i monumenti di Roma, devono rimanere un desiderio.

Si parte, dalle cuffie ascoltiamo la guida che racconta e noi cerchiamo di guardare oltre la pioggia.