Progetto “Noi e la nostra scuola”, il plastico

Il progetto è nato nel febbraio del 2017 da un’idea del Prof. Ivo Astazi ed è stato rivolto ad alcuni ragazzi di terza media.

Dalla volontà di dare una nuova identità alla Scuola e dalla voglia di far vivere ai ragazzi “un’esperienza pratica” oltre che di studio, si è voluto ricostruire la Scuola “in piccolo” attraverso la realizzazione di un plastico che potesse darle al tempo stesso una nuova identità.

Sono state affrontate pertanto tre fasi:

  • una prima fase teorica dove l’alunno ha potuto apprendere nozioni basi del rilievo e dei vari strumenti che si possono utilizzare, i materiali per la realizzazione di un plastico, il significato di rapporto di scala, l’uso del colore e l’importanza che assume lo stesso negli ambienti che viviamo quotidianamente
  • una seconda fase pratica nella quale gli alunni si sono apprestati ad effettuare il rilievo di alcune parti della Scuola mediante strumenti laser per poi riprodurre un plastico in legno di balsa, scala 1:100 dell’intera Scuola caratterizzando ogni classe con dei colori tematici
  • una terza fase pratica dove gli alunni, in relazione ai colori tematici scelti al punto precedente, hanno caratterizzato gli ingressi delle varie classi con delle targhe che hanno dato nuova identità all’intero corridoio del secondo piano.

 

Il plastico, inteso come una sorta di cartina geografica, ci dà la possibilità di individuare facilmente le varie classi, le aule della Segreteria e della biblioteca e gli stessi colori tematici si ritrovano sul corridoio della Scuola.

Questo progetto, oltre a dare nozioni teoriche, è stato studiato per far sviluppare nell’alunno manualità e capacità critiche nel processo produttivo; altresì ha fatto capire ai ragazzi il valore del  lavoro di squadra ed ha contribuito a lasciare un segno di riconoscibilità nel luogo scolastico che gli alunni vivono quotidianamente.