Il tocco di colore che cambia le cose!

BRAVI RAGAZZI!!!

Quest’anno durante una lezione di Cittadinanza si è discusso sul rapporto tra benessere e ambiente ed i ragazzi della II^ C sono giunti alla conclusione che sicuramente si vive e si apprende meglio, se l’ambiente scolastico è piacevole e rassicurante; il colore ha un’importanza fondamentale in ciò, perché la scuola ha una funzione diversa da una caserma, da un ospedale, da un qualsiasi altro edificio pubblico.
I “Nostri” ambienti scolastici e in particolare l’ingresso della scuola hanno come colore predominante il grigio, che non è esattamente un colore allegro, anzi quando ci si vuol riferire a qualcosa di triste, monotono e banale si cita sempre questa tonalità.

Da qui l’idea di provare “a fare qualcosa”.

Un’idea in cui hanno creduto, anche,  alcune insegnanti della Scuola Primaria che hanno compreso lo scopo del progetto, cioè  quello di condividere pensieri e competenze diverse in attività educative comuni, permettendo ai bambini, ai ragazzi, agli insegnanti  di sperimentare e vivere momenti di relazione, valorizzando il fare di ciascuno.

Grazie alle maestre Lorella Caporilli, Cinzia Minosse e Sara Milana con le classi 1^ e 2^ C; Perla Rovazzani e Floriana Saraceni con la 1^ D; Tiziana Lanciotti e Paola Antonelli con la classe 1^ B; Rossana Nera, Giacomina Marconi con la 5^ A e Chiara Rocchi.   

Ricevuto il consenso  del Dirigente Scolastico prof. Gianfranco Trombetta  ci si è messi all’opera per realizzare l’idea. Ci è voluta qualche lezione per progettare un dipinto murale (quello che tutti chiamano murales) da realizzare nell’atrio della scuola; ognuno ha illustrato la propria idea ed alla fine si è deciso di utilizzare un linguaggio semplice ma molto efficace, ispirato all’artista moderno scomparso Keith Haring. I soggetti rappresentati simboleggiano temi fondamentali dell’adolescenza: l’amicizia, la famiglia, il gioco, la musica, la danza, l’amore e lo studio. I ragazzi della Scuola Secondaria di Primo Grado e i bambini di alcune sezioni della Scuola Primaria sono intervenuti direttamente sul muro con pennelli e colori imparando come si diluisce e si stende un colore, come si procede per stratificazioni e acquisendo precisione e abilità pratica nonché la capacità di osservare e analizzare l'”opera”. E’un lavoro progettato e realizzato totalmente dai ragazzi, dai bambini che i docenti hanno  solo coordinato e supervisionato. Il risultato? Beh, lo lasciamo giudicare a voi, ma i ragazzi si sono divertiti!

E’ stata un’esperienza preziosa che ha  generato un’ entusiasmo
tale  da  decidere di  continuare il lavoro il prossimo anno!!!

Una bellissima esperienza, un pò faticosa all”inizio ma entusiasmante alla fine.

Un RINGRAZIAMENTO particolare in primis ai ragazzi della seconda C, veri protagonisti, della seconda A  e della seconda B e a tutti gli alunni della Scuola Secondaria di Primo Grado che incuriositi, durante i lavori hanno a gran voce chiesto di partecipare all’iniziativa, ai  Genitori della II^ C per la loro disponibilità, ai colleghi  Francesca Tommasi, Erminia Sebastiani, Sonia Tatone, Roberta Nori, Stefano Quaresima, Alessandro Celardi, Franca eMaria Antonietta Zonnino  che in un modo o in un altro hanno collaborato.

Un altro GRAZIE particolare ai colleghi Mauro De Santis, Giovanni Proietti, Consuelo Baroni, Cinzia Milana, Emanuela Venti per il loro impegno, la valida collaborazione e il lavoro prezioso e insostituibile che hanno prestato nella realizzazione del progetto.

Un progetto generato da un movimento di idee e di persone che hanno creduto, e che continuano  a credere, nella possibilità di cambiare in positivo la “nostra scuola”.

Colgo l’occasione per augurare a TUTTI Voi,
genitori, alunni, colleghi, delle serene vacanze.

LA COORDINATRICE  DEL PROGETTO

Professoressa Anna CAPORILLI